Viola Renato

VIOLA Renato – Partigiano – 26. 4. 1945
Via Ormea 120

Nato a Volpiano in provincia di Torino il 3 ottobre 1922.
A soli 17 anni si era diplomato in ragioneria. Frequentava la Facoltà di Economia e Commercio, quando fu chiamato alle armi.
Arruolato in Aviazione come allievo ufficiale pilota, il giovane, l’8 settembre 1943, era stato catturato dai tedeschi.
Rinchiuso in un campo di internamento, Viola riuscì a evadere e, nell’agosto del 1944, entrò nella Resistenza col nome di battaglia di Mirko. Incaricato, in un primo tempo, soprattutto della stampa e della diffusione di materiale di propaganda clandestina, nel febbraio del 1945 “Mirko” divenne il comandante di un distaccamento della brigata GAP “Dante Di Nanni” operante a Torino.
Catturato dai nazifascisti, il ragazzo fu incarcerato, processato e condannato a morte. Sono datate 18 aprile le lettere che Renato Viola, in attesa dell’esecuzione, scrisse ai genitori, ai fratelli e alla fidanzata.
Ai genitori “Mirko”scriveva: “L’idea va difesa in tutti i modi perché possa vivere. Mi avete insegnato ad essere onesto e italiano prima di ogni altra cosa: vi sono riconoscente. Ho preferito vivere in mezzo agli umili, ai diseredati dalla vita, in mezzo a chi lavorando soffre. Scusatemi le bugie a cui sono stato costretto per meglio servire il mio ideale. Perdonatemi, ma siate fieri”.
Renato Viola non fu fucilato: liberato dai partigiani, cadde combattendo contro i nazifascisti durante gli scontri per la liberazione del capoluogo piemontese.
L’Università di Torino gli ha conferito la laurea alla memoria.

 

Fonti:
Aisrp, Banca dati Partigianato piemontese
“La Fiaccola Ardente”, 2, n. 11, novembre 1947, p. 3
R. Luraghi, “Il movimento operaio torinese durante la resistenza”, cit., pp. 119, 205 

Per informazioni:

     A.N.P.I. “Nicola Grosa” www.anpinicolagrosa.it
     A.N.P.I. Provincia di Torino www.anpitorino.it
     Istoreto www.istoreto.it
     Polo del ‘900 www.polodel900.it
     Museotorino www.museotorino.it
     Elenco lapidi Circoscrizione Otto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *