Il patrocinio, lettera aperta all’assessore Tresso e al presidente Miano

Il Patrocinio!

Carissimi Francesco Tresso e Massimiliano Miano

Vi scrivo questa lettera aperta a nome della sezione ANPI Nicola Grosa.

Chiedere un patrocinio alla circoscrizione o al comune richiede la compilazione di un modulo di più pagine. Il modulo deve essere stampato, compilato (dati fiscali, motivo della richiesta, descrizione dell’evento o iniziativa), firmato quindi scansionato e inviato come allegato all’ente cui si chiede.

Salvo rare eccezioni le associazioni (culturali, sportive, ricreative) sono note e stranote all’ente pubblico perché presenti nel registro delle associazioni, perché intercorrono rapporti da tempo con l’ente pubblico.

Inoltre il patrocinio, salvo richiesta di servizi (sala, transenne, ecc), da lustro a chi lo concede e non a chi lo riceve.

Per fare un’esempio, noi come ANPI potremmo organizzare una presentazione di un libro, un’iniziativa culturale o altro e non chiedere il patrocinio. Lo chiediamo più per correttezza di rapporti con le istituzioni che per altre ragioni. Quindi potremmo farne a meno, ci risparmieremmo la trafila burocratica di cui sopra.

Ma non lo facciamo, appunto per correttezza nei rapporti, perché crediamo che le istituzioni debbano esserci.

Detto tutto questo, vi prego, snellite! Rendeteci facile e adeguato al terzo millennio questa pratica (insieme a tante altre) burocratica.

Sapete chi siamo, sapete cosa facciamo e soprattutto come lo facciamo. Diamo un servizio alla comunità.

Allora fate in modo che vi basti una mail descrittiva di cosa vi proponiamo e inviateci il logo con il patrocinio. 

Non costringeteci a non chiederlo più anche perché noi alle istituzioni crediamo e ci teniamo.

Un caro saluto

Augusto Montaruli

Presidente sezione ANPI Nicola Grosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *