Pietre d’inciampo 2022


È avvenuta ieri l’inaugurazione della campagna di installazione delle Pietre d’inciampo 2022 a cura del Museo diffuso della Resistenza in collaborazione con Città di Torino, Aned sezione di Torino, Comunità ebraica di Torino e Goethe Institut Turin.
Assente, a causa delle restrizioni per Covid, l’artista Gunter Demnig a cui l’Accademia delle Belle Arti di Torino ha conferito il titolo di Accademico d’Onore.

Continua così l’installazione di questi “monumenti diffusi” per la memoria e il monito.
https://www.polodel900.it/evento/posa-e-installazione-delle-pietre-dinciampo-2022/

Qui trovate le Pietre d’inciampo del nostro territorio:
https://anpinicolagrosa.it/2021/04/05/le-pietre-dinciampo-della-n-p-i-nicola-grosa/

La politica gentile: Daniele Viotti ci racconta David Sassoli

Auspicando che una scelta “gentile” guidi l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica abbiamo chiesto a Daniele Viotti, già parlamentare europeo, di raccontarci la politica gentile di David Sassoli. 
Grazie Daniele per la tua testimonianza e … gentilezza.


Negli articoli e nei necrologi scritti in questi due giorni su David Sassoli e nei ricordi, i miei compresi, di quanti hanno avuto la fortuna di conoscerlo avrete notato come ricorra costantemente un aggettivo per descriverlo: gentile. David Sassoli era una persona gentile.
Ve lo posso assicurare, tutte le parole di affetto che avete letto sono nella stragrande parte parole sincere. Perché David era veramente gentile.
Normalmente alcune categorie del carattere umano e personale dovrebbero prescindere dal giudizio storico e politico che si dà di un uomo politico che viene a mancare. Si dovrebbe avere la capacità di astrarre dai modi personali per valutare l’arco dell’azione politica della personalità che si vuole ricordare, ma nel caso di David Sassoli è più complicato perché quel tratto, su cui in tanti insistiamo, non era solo una modalità di intrattenere le relazioni ma era la base del fare politica del Presidente del Parlamento Europeo.
David Sassoli era risoluto, pratico, talvolta duro, sempre ancorato ai suoi profondi valori, ostinato nel volere una integrazione europea nuova e più solidale, maniacalmente attento alle fasce di popolazione più deboli e dimenticate. David Sassoli era tutto questo ma era anche gentile, e non perché sorrideva spesso ma perché non gli piaceva la politica muscolare delle contrapposizioni continue, perché pensava che si dovessero ascoltare (non accogliere, ma ascoltare) quanti presentano posizioni diverse.
David Sassoli era gentile anche quando, come spesso capita, gli toccava prendere decisioni che avrebbero potuto portare dispiaceri e allora si preoccupava anzitutto di spiegare, di far comprendere, di accogliere anche quanti avevano da dolersi.
Chi, come me, ha avuto il privilegio di condividere un pezzo di strada con David ha imparato che c’è un altro modo di fare politica. Il suo.

Daniele Viotti

Notiziario del 9 gennaio 2022

10 gennaio 2022 

Carissime e carissimi,

Eccoci con il terzo notiziario della nostra sezione.

La pandemia sta portando alla vergognosa ribalta personaggi che si definiscono nuovo CLN, emuli degli insegnanti che rifiutarono la tessera del partito fascista e di Rosa Parks. Bene ha fatto la presidente dell’ANPI Provinciale a condannare con un comunicato questi pericolosi mitomani.

Qui trovate il comunicato e la nostra richiesta di verificare se i deliranti esponenti del movimento novax e nopass siano iscritti all’ANPI. 
https://anpinicolagrosa.it/2022/01/08/lanpi-provinciale-condanna-il-sedicente-cln-novax/

Giorno della Memoria – vi invitiamo a partecipare alle nostre iniziative

Il 31 gennaio alle 18:00 presso la Biblioteca Ginzburg, per il giorno della memoria presenteremo il libro di Edith Bruck “Il pane perduto”. La presentazione, a cura di Cooperativa Letteraria che ha donato l’opera di Edith Bruck e in collaborazione con la biblioteca Ginzburg, vedrà la partecipazione in video conferenza dell’autrice oltre alla presenza di Dario Disegni, presidente della Comunità Ebraica, e di Municipale Teatro che leggerà alcuni brani scelti. Nell’occasione sarà inaugurato alla biblioteca Ginzburg lo scaffale dedicato all’ANPI Nicola Grosa, intanto abbiamo già provveduto a fornire i libri. 

Locandina: https://anpinicolagrosa.it/2022/01/08/giorno-della-memoria-presentazione-de-il-pane-perduto-di-edith-bruck/ 

Spettacolo teatrale “Vedremo la stessa luna” per la regia di Enzo Pesante cui abbiamo dato il patrocinio. 

Qui tutti i dettagli: https://anpinicolagrosa.it/2022/01/02/1558/

Inoltre

Sosteniamo il CineTeatro Baretti devolvendo un euro per ogni iscritto alla nostra sezione. Il bonifico effettuato è stato di 160 euro. 

La locandina è qui

E’ in via di definizione l’assegnazione degli spazi alla nostra sezione nei locali dell’ex sala consiliare di via Campana gli spazi richiesti e siamo in attesa che venga definita la data dell’intitolazione dei giardini di piazza Zara a Massimo Ottolenghi. Siamo anche in attesa di una risposta dalla commissione toponomastica della nostra proposta di intitolare l’area pedonale in zona Parri a Gino Strada. 

Qui la richiesta.

Vi invitiamo a diffondere il concorso grafico “Amici dell’ANPI” rivolto ai giovani. 

Leggi la comunicazione qui.

Sul congresso trovate tutta la relazione sul nostro sito (a questo link: https://anpinicolagrosa.it/2021/10/25/resoconto-del-congresso-di-sezione-2021/) e la lettera agli iscritti  (https://anpinicolagrosa.it/2021/10/25/1436/). 

Seguiteci sul nostro sito anpinicolagrosa.it sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/ANPIGROSA 

Fraterni saluti
Augusto Montaruli

Il comitato della sezione
Rosanna Barello – Paola Parmentola – Federica Tammarazio – Carlo Bassi – Hassan Khorzom – Massimo Pizzoglio – Raffaele Scassellati

L’ANPI provinciale condanna il “sedicente” CLN Novax

Pubblichiamo la ferma condanna dell’ANPI provinciale di Torino sulle vergognose affermazioni del professor Mattei che si paragona a quei docenti che rifiutarono la tessera del partito fascista, che vuole costituire un nuovo Comitato di Liberazione Nazionale oltre a paragonarsi persino a Rosa Parks.

La Costituzione nata dal sacrificio di chi si è opposto al nazifascismo consente loro libertà di parola, ma obbliga moralmente noi a difenderla dall’oltraggio.

Crediamo anche sarebbe opportuno verificare se gli autori di quelle  affermazioni siano iscritti alla nostra associazione e in tal caso prendere gli opportuni provvedimenti.

Qui il comunicato dell’ANPI Provinciale

Notiziario 22 dicembre 2021

22 dicembre 2021 

Carissime e carissimi,

Eccoci con il secondo notiziario della nostra sezione.

Vi abbiamo inviato gli auguri per delle festività serene che purtroppo non potranno fare i familiari del terribile e drammatico incidente sul lavoro avvenuto nella nostra circoscrizione. A loro la nostra solidarietà. Il lavoro, la dignità e la sicurezza del lavoro, è un valore costituzionale ed è ora che questo valore sia realmente attuato. Basta morti sul lavoro!

Ne abbiamo scritto qui: https://anpinicolagrosa.it/2021/12/18/non-si-deve-morire-di-lavoro/

Attività in corso

  • In gennaio sarà inaugurato alla biblioteca Ginzburg lo scaffale dedicato all’ANPI Nicola Grosa, intanto abbiamo già provveduto a fornire i libri.
  • Sempre in gennaio, il 31 alle 18:00 presso la Biblioteca Ginzburg, per il giorno della memoria presenteremo il libro di Edith Bruck “Il pane perduto”. La presentazione, a cura di Cooperativa Letteraria che ha donato l’opera di Edith Bruck e in collaborazione con la biblioteca Ginzburg, vedrà la partecipazione in video conferenza dell’autrice oltre alla presenza di Dario Disegni, presidente della Comunità Ebraica, e di Municipale Teatro che leggerà alcuni brani scelti.
  • Sosteniamo il CineTeatro Baretti devolvendo un euro per ogni iscritto alla nostra sezione. Leggi la comunicazione qui: https://anpinicolagrosa.it/2021/12/22/lanpl-nicola-grosa-sostiene-il-baretti/
  • Siamo in attesa di sapere se la circoscrizione ci assegnerà gli spazi richiesti e la data dell’intitolazione dei giardini di piazza Zara a Massimo Ottolenghi.
  • Abbiamo indetto il concorso grafico “Amici dell’ANPI” rivolto ai giovani. Leggi la comunicazione qui: https://anpinicolagrosa.it/2021/12/22/dai-forma-allantifascismo/

Sul congresso trovate tutta la relazione sul nostro sito (a questo link: https://anpinicolagrosa.it/2021/10/25/resoconto-del-congresso-di-sezione-2021/) e la lettera agli iscritti  (https://anpinicolagrosa.it/2021/10/25/No/). 

Fraterni saluti

Augusto Montaruli 

Non si deve morire di lavoro

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

Foto da Repubblica.it

Oggi a Torino tre operai sono morti schiacciati dal crollo di un gru.

…Era stanco il mio ragazzo in quel letto di ospedale
ma mi disse: “Non fa niente, solo un piccolo incidente
Quando si lavora sodo non c’e’ soldi da buttare
Non puoi metter troppa cura per far su l’impalcatura”.
Era bello il mio ragazzo col vestito della festa
L’ ho sentito tutto mio, mentre gli dicevo addio
E poi quando l’ ho baciato gli ho strappato una promessa
e gli ho detto anima mia presto sai portami via
Era bello il mio ragazzo ….

Era il 1972, 40 anni fa, quando Anna Identici cantava questa canzone bellissima e dolorosa. 40 anni che abbiamo passato a dirci, consolandoci, che abbiamo la Costituzione più bella del mondo. Forse è il casa di metterla in pratica, passando, finalmente, dalla più bella Costituzione del mondo a quella più attuata del mondo.

L’ANPI Nicola Grosa è vicina alle famiglie e ai colleghi delle ennesime vittime del lavoro.

Il video della canzone

Il patrocinio, lettera aperta all’assessore Tresso e al presidente Miano

Il Patrocinio!

Carissimi Francesco Tresso e Massimiliano Miano

Vi scrivo questa lettera aperta a nome della sezione ANPI Nicola Grosa.

Chiedere un patrocinio alla circoscrizione o al comune richiede la compilazione di un modulo di più pagine. Il modulo deve essere stampato, compilato (dati fiscali, motivo della richiesta, descrizione dell’evento o iniziativa), firmato quindi scansionato e inviato come allegato all’ente cui si chiede.

Salvo rare eccezioni le associazioni (culturali, sportive, ricreative) sono note e stranote all’ente pubblico perché presenti nel registro delle associazioni, perché intercorrono rapporti da tempo con l’ente pubblico.

Inoltre il patrocinio, salvo richiesta di servizi (sala, transenne, ecc), da lustro a chi lo concede e non a chi lo riceve.

Per fare un’esempio, noi come ANPI potremmo organizzare una presentazione di un libro, un’iniziativa culturale o altro e non chiedere il patrocinio. Lo chiediamo più per correttezza di rapporti con le istituzioni che per altre ragioni. Quindi potremmo farne a meno, ci risparmieremmo la trafila burocratica di cui sopra.

Ma non lo facciamo, appunto per correttezza nei rapporti, perché crediamo che le istituzioni debbano esserci.

Detto tutto questo, vi prego, snellite! Rendeteci facile e adeguato al terzo millennio questa pratica (insieme a tante altre) burocratica.

Sapete chi siamo, sapete cosa facciamo e soprattutto come lo facciamo. Diamo un servizio alla comunità.

Allora fate in modo che vi basti una mail descrittiva di cosa vi proponiamo e inviateci il logo con il patrocinio. 

Non costringeteci a non chiederlo più anche perché noi alle istituzioni crediamo e ci teniamo.

Un caro saluto

Augusto Montaruli

Presidente sezione ANPI Nicola Grosa