Brusasco Alessandro

 

BRUSASCO Alessandro – Cameriere – 27. 9. 1943
via Nizza 5

Nato a Refrancore, in provincia di Asti, il 12 dicembre 1925, abitante in via Nizza 5, cameriere; trasferitosi in città dal marzo 1939.

Primo caduto della Resistenza a Torino.

Nei giorni dell’armistizio, approfittando dello sbandamento del regio esercito, si rifornì di esplosivi forse presso la caserma Cavalli. In una notte della seconda metà di settembre, insieme ad un compagno, lanciò dalla sua finestra del quarto piano alcune bombe contro le pattuglie tedesche di guardia a Porta Nuova, sul lato di via Nizza. Si scatenarono così violente sparatorie contro le case circostanti, ripetute nella notte seguente. Infine, dopo meticolose indagini, i tedeschi arrestarono il giovane. Dopo aver subìto vari interrogatori, finse probabilmente di voler collaborare e si fece riaccompagnare dai nazisti a casa per una nuova perquisizione. Mentre stavano salendo verso l’appartamento, giunti su un pianerottolo, si liberò con uno strattone dalla presa delle due guardie e si gettò nella tromba delle scale, sfracellandosi.

Fonti:
Asct, scheda anagrafica

Aisrp, Banca dati Partigianato piemontese
“La Gazzetta del Popolo”, 24-26-27 settembre 1943
“La Stampa”, n. 232, 28 – 29 settembre 1943
Aldo Agosti, Giulio Sapelli (a cura di), Dalla clandestinità alla lotta armata. Diario di Luigi Capriolo, Torino, Musolini, 1976
Torino 1938/45. Una guida per la memoria, cit., p. 61 

Per informazioni

A.N.P.I. “Nicola Grosa” www.anpinicolagrosa.it

A.N.P.I. Provincia di Torino www.anpitorino.it

Istoreto www.istoreto.it

Polo del ‘900 www.polodel900.it

MuseoTorino www.museotorino.it

Elenco lapidi Circoscrizione Otto