L’ANPI provinciale condanna il “sedicente” CLN Novax

Pubblichiamo la ferma condanna dell’ANPI provinciale di Torino sulle vergognose affermazioni del professor Mattei che si paragona a quei docenti che rifiutarono la tessera del partito fascista, che vuole costituire un nuovo Comitato di Liberazione Nazionale oltre a paragonarsi persino a Rosa Parks.

La Costituzione nata dal sacrificio di chi si è opposto al nazifascismo consente loro libertà di parola, ma obbliga moralmente noi a difenderla dall’oltraggio.

Crediamo anche sarebbe opportuno verificare se gli autori di quelle  affermazioni siano iscritti alla nostra associazione e in tal caso prendere gli opportuni provvedimenti.

Qui il comunicato dell’ANPI Provinciale

Un incontro “documentato” e una riflessione da fare

Venerdì scorso abbiamo incontrato un signore mentre eravamo alla bancarella di Marco Addonisio. Quel signore quando ha saputo che eravamo dell’ANPI Nicola Grosa ci ha mostrato due documenti originali e una fotografia che ci han fatto stupire:

Un lasciapassare rilasciato a sua mamma dal Comitato di Liberazione Nazionale di Borgomanero e il ciclostilato del periodico comunista “Il grido di Spartaco” che raccontava dell’uccisione di Dante Di Nanni.

Riportiamo qui i due documenti che ci è stato concesso di fotografare. 

Quanti documenti, cimeli, oggetti di valore storico ci sono nelle nostre case? Noi pensiamo che una riflessione su questo patrimonio “nascosto” e che dovrebbe essere mostrato e condiviso andrebbe fatta. Una riflessione che faremo.