La giornata dell’ambiente e la Costituzione

Oggi, 5 giugno, è la giornata mondiale dell’ambiente. Nei mesi scorsi è stata approvata dal parlamento la modifica costituzionale che prevede maggiore tutela all’ambiente che ci circonda e di cui siamo parte.

La Costituzione è ancora più bella. Noi ci auguriamo che ciò che sancisce diventi realtà. 

Essere ANPI vuol dire memoria, vuole dire anche fare in modo che la Costituzione, risultato concreto della lotta partigiana, diventi realmente compiuta. 

Articolo 9

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali.

Articolo 41

L’iniziativa economica privata è libera.

Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana, alla salute, all’ambiente.

La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali e ambientali.

Partigiani oggi

“Ormai i partigiani non ci sono più”, dicono. 

Noi invece crediamo che partigiano sia schierarsi, stare dalla parte giusta dell’umanità. Stare dalla parte e al fianco di chi subisce le ingiustizie, le guerre.

I partigiani ci sono ancora. 

Paolo Narcisi e l’organizzazione che presiede, Rainbow for Africa, è partigiana.

E’ partigiana per il supporto alle popolazione africane; è partigiana quando si occupa di senza fissa dimora; è partigiana per l’assistenza ai migranti che cercano di attraversare le Alpi; è partigiana per le missioni che sta organizzando e realizzando in Ucraina. 

E’ partigiana perché come altre realtà simili mette in pratica, attua, la Costituzione.

Attuare, rendere davvero compiuta la Costituzione sarebbe davvero l’atto più partigiano che oggi potremmo fare.

Grazie Paolo, per questo ieri ti abbiamo dato la tessera ANPI della nostra sezione. Grazie per aver accettato. 

Per saperne di più su Rainbow for Africa e per sostenerla ecco il sito: https://www.rainbow4africa.org

La sezione Nicola Grosa per Rainbow for Africa

 

Non si deve morire di lavoro

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

Foto da Repubblica.it

Oggi a Torino tre operai sono morti schiacciati dal crollo di un gru.

…Era stanco il mio ragazzo in quel letto di ospedale
ma mi disse: “Non fa niente, solo un piccolo incidente
Quando si lavora sodo non c’e’ soldi da buttare
Non puoi metter troppa cura per far su l’impalcatura”.
Era bello il mio ragazzo col vestito della festa
L’ ho sentito tutto mio, mentre gli dicevo addio
E poi quando l’ ho baciato gli ho strappato una promessa
e gli ho detto anima mia presto sai portami via
Era bello il mio ragazzo ….

Era il 1972, 40 anni fa, quando Anna Identici cantava questa canzone bellissima e dolorosa. 40 anni che abbiamo passato a dirci, consolandoci, che abbiamo la Costituzione più bella del mondo. Forse è il casa di metterla in pratica, passando, finalmente, dalla più bella Costituzione del mondo a quella più attuata del mondo.

L’ANPI Nicola Grosa è vicina alle famiglie e ai colleghi delle ennesime vittime del lavoro.

Il video della canzone