“Un partigiano vero lo vorremmo incontrare”

Qualche settimana fa siamo stati contattati dall’associazione “Mondi in città” che nell’ambito del progetto “TORINO LA MIA CITTA’” accompagna delle donne immigrate al conseguimento della licenza media.  In questo ultimo anno hanno narrato la lotta partigiana raccontando come la Resistenza ha permesso al nostro paese di liberarsi dal giogo nazifascista e di diventare una nazione democratica.

Le iscritte hanno anche visitato il Museo diffuso delle Resistenza e si sono commosse e appassionate di questa parte importantissima della nostra storia tanto da chiedere alle loro insegnanti, che hanno girato a noi la richiesta, di poter incontrare un “partigiano vero”.

E noi, grazie al nostro presidente provinciale Nino Boeti, un partigiano vero glielo abbiamo portato: Sante Bajardi.

E’ stato emozionante constatare con quale partecipazione anche emotiva le “allieve” ascoltavano il “maestro” Bajardi. E Sante è stato bravissimo a raccontare il suo percorso di studi che lo ha reso uomo libero.
Il giovanissimo Sante Bajardi che di giorno lavorava, di sera studiava e tra lavoro e studio trovava il tempo per liberare anche tutti noi e ridarci dignità. 

Noi ringraziamo Mondi in città per per averci regalato questa bella mattinata.

Quando volete noi ci saremo.

“Credere ancora in un futuro migliore!” Grazie Sante Bajardi

“Un paese che accoglie…” Grazie Nino Boeti

 

Una festa bellissima

Una bellissima festa della Repubblica e del tesseramento ha coronato il primo semestre di iniziative della nostra sezione. 

E’ stata una bella giornata, partecipata, serena e aperta a tutti.

Siamo stati accompagnati dalla musica del Trio Marilì che ha fatto cantare e ballare tutti. Bimbi compresi. Evviva!
Allora grazie e a presto ad Abou Samb (Senegal), Eddy (Martinica) e Amarilli (Italia). 

Seguite e “assaggiateli” sul canale YouTube di Amarilli Varesio . 

Una bellissima festa che ha avuto l’onore e il piacere di avere un ospite speciale: Sante Bajardi.
Il partigiano Sante è tornato in un luogo che lo ha visto protagonista da giovane partigiano e tra i fondatori del circolo Garibaldi.

Ecco il messaggio di questo splendido ragazzo di 96 anni. (Clicca sul video)

 

Ringraziamo davvero tutti e tutte per aver partecipato ed un grazie particolare a Casa Garibaldi per averci ospitati. Torneremo presto!

Torneremo per molte altre iniziative, torneremo quando sarà posta la targa che ricorda la storia del circolo Garibaldi, torneremo se il Comune deciderà di accogliere la nostra richiesta di intitolare l’area pedonale a Gino Strada.

Intanto continuiamo a lavorare sui progetti in corso, sulle iniziative che possiamo realizzare con la partecipazione e il contributo di voi tutti, sulle idee per il futuro che nascono anche da momenti di festa come questo.

Grazie di cuore!